LUTTO PER IL FONDATORE DEL NASTRINO ROSSO

Dopo aver convissuto per quasi 40 anni con l’Aids, Patrick O’Connell è morto a 67 anni in un ospedale di Manhattan. A lui si devono le iniziative del “nastrino rosso”, simbolo da tre decenni delle battaglie contro la sindrome da deficienza acquisita! Contagiato a metà anni ’80, faceva parte della comunità’ di artisti gay, preda della paura per il dilagare apparentemente inarrestabile del male.. Determinato a reagire, l’artista cominciò a organizzare riunioni nel loft a Chelsea, dando vita a campagne di arte concettuale che costringessero il pubblico a prendere atto della malattia. Se il nastrino rosso era sottile nel suo simbolismo l’altra campagna contro l’Aids di O’Connell prese di petto il tragico dramma della malattia quando nel 1989 Visual Aids lanciò la prima “Giornata Senza Arte” in cui musei e gallerie velarono i loro capolavori a lutto! Seguirono tante altre iniziativi tra cui “Every 10 Minutes”, una installazione sonora di Robert Faber, in cui una campana suonava ogni dieci minuti a segnare l’intervallo tra ogni morte per Aids negli Stati Uniti..

Quindi oggi nel giorno della sua morte vogliamo ricordarlo per la sua dura lotta per i diritti in cui credeva!

Cutroneo Valentina

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: